Le nostre tecnologie

WAGNER, produttore leader del mercato, offre un'ampia gamma di prodotti concepiti sulla base di diverse tecnologie. Che si tratti di robuste pompe a pistone, di pompe a membrana dalla semplice manutenzione, di dispositivi a bassa pressione per principianti (HVLP/XVLP) o di pompe a vite per l'applicazione di rivestimenti. 

A seconda del materiale e dell’applicazione sono inoltre disponibili vari processi di spruzzatura. Il materiale viene a questo proposito erogato attraverso l’ugello ad una pressione maggiore o minore, nebulizzato senza aria o supporto pneumatico e, a seconda della viscosità, scomposto in gocce ultra-fini o fini.

Le nostre pompe

Pompe a membrana

Il materiale viene pompato tramite i movimenti alternati della membrana. I dispositivi dotati di questa tecnologia sono robusti ma leggeri, pratici sia in cantiere che in officina. Le pompe pneumatiche a doppia membrana sono ideali nel settore della lavorazione del legno e consentono di ottenere superfici perfette. Le pompe a membrana ad azionamento elettrico possono essere utilizzate sia con tecnologia Airless che AirCoat-Spraypack.

Pompe a pistone

Nel caso delle pompe a pistone il materiale viene convogliato tramite i movimenti alternati del pistone. Ciò offre un'elevata capacità di aspirazione che, in particolare nel caso di materiali ad alta viscosità, è un grande vantaggio. Le pompe a pistone ad azionamento pneumatico sono protette dal pericolo di esplosione e pertanto idonee all'impiego in officina. Le nostre pompe a pistone idrauliche offrono prestazioni superiori e possono essere azionate a benzina.

Pompe a doppia membrana

Il materiale viene pompato tramite i movimenti opposti di due membrane. In questo modo si produce un flusso di materiale particolarmente povero di pulsazioni. Ciò consente anche l'applicazione di materiali particolarmente sensibili al taglio e all'umidità, nonché per materiali bicomponenti premescolati. Le pompe a doppia membrana WAGNER sono protette dal pericolo di esplosione e azionate con aria compressa, pertanto possono essere utilizzate in officine.

Pompe a vite

Le pompe a vite convogliano il materiale tramite dislocamento. Ciò avviene attraverso due componenti, rotore e statore. Il rotore ruota e convoglia delicatamente il materiale nelle cavità dello statore. Grazie a questa tecnologia è possibile convogliare materiali estremamente pesanti come nell'applicazione di rivestimenti assistita da macchinari, nella quale il materiale, con l'ausilio di una pompa a vite, viene convogliato alla lancia di spruzzatura attraverso il tubo. Tramite l'aggiunta di aria compressa il materiale viene atomizzato e indirizzato uniformemente sulla superficie da rivestire.

Turbine

La spruzzatura a bassa pressione (HVLP / XVLP) prevede un elevato volume e una bassa pressione dell'aria (fino a 0,7 bar). L'aria creata nella turbina fluisce attraverso un tubo fino al serbatoio per la vernice della pistola, dove crea pressione. Il materiale da applicare viene quindi convogliato all'ugello attraverso il tubo verticale e atomizzato con l'aria residua.

La tecnologia XVLP (Extra Volume Low Pressure) si basa su quella HVLP. La serie XVLP ha una potenza di atomizzazione superiore grazie a una portata di aria maggiore del 60% rispetto ad altri dispositivi a bassa pressione. Questo consente di ottenere una copertura sensibilmente più ampia. Vantaggi di entrambe le tecnologie: il getto è adattabile all'oggetto e i comandi del dispositivo sono oltremodo semplici.

I nostri processi di spruzzatura

Airless

Airless

Contrariamente a quella pneumatica, la nebulizzazione Airless avviene tramite la sola pressione del materiale, quindi senza aria. Una pompa elettrica, pneumatica o a benzina mette sotto pressione il fluido e comprime una quantità definita di materiale sino a 25 MPa attraverso i fori dell'ugello.
Da lì verrà scomposto e nebulizzato nel getto. Airless è particolarmente indicato per l'applicazione di dispersioni ma questo processo è impiegato spesso anche nelle opere di verniciatura dei cantieri.

AirCoat

AirCoat

Nel processo AirCoat (Airless + aria) il materiale viene portato all'ugello impiegando una pompa a pistone o a membrana con una pressione relativamente bassa (3-12 MPa) e erogato nel processo di nebulizzazione con l'aria compressa (0,55 - 0,25 MPa). Questo è reso possibile dalla particolare conformazione della testina aria (cappa aria), centrale, collocata direttamente sui fori dell'ugello, che emette il materiale da spruzzare come un mantello.

XVLP

XVLP

Questa tecnologia innovativa copre inoltre uno spettro di applicazioni molto più ampio di quello dell'odierna tecnologia HVLP ed offre anche alcuni extra (X) estremamente interessanti. La serie XVLP fornisce una potenza di atomizzazione superiore grazie ad una portata d'aria maggiore del 60% e assicura una copertura superficiale più elevata del 30% rispetto ad unità di spruzzatura a bassa pressione.
Con il sistema a spruzzo XVLP di WAGNER (composto da una turbina e vari inserti) è possibile applicare velature, vernici standard, vernici molto viscose e dispersioni con risultati qualitativi in grado di soddisfare ampiamente ogni professionista.

HVLP

HVLP

La spruzzatura a bassa pressione prevede un elevato volume di aria e una bassa pressione dell'aria (fino a 0,7 MPa). Il materiale viene interamente nebulizzato con aria fuoriuscendo dall'ugello, in modo analogo al processo Fine Spray. La bassa pressione del materiale con elevato volume di aria assicura gocce di materiale più grandi e quindi meno overspray.

Pistole Vector

Pistole Vector

La nuova generazione di pistole Airless è stata sviluppata mettendo al centro dell’attenzione criteri importanti quali ergonomia e facilità d’uso. Il risultato: tre nuovi modelli di pistole Vector perfettamente allineate alle esigenze dell’utente. Le pistole mantengono le solite caratteristiche di robustezza per far fronte alle dure condizioni presenti nei cantieri.

TempSpray

TempSpray

I sistemi di riscaldamento TempSpray vengono scaldati da un dispositivo elettronico collocato all'interno del tubo, direttamente a contatto con il fluido. Il materiale viene scaldato uniformemente alla temperatura desiderata lungo l'intera tubazione (regolazione continua da 20 °C a 60 °C). Questo consente di ridurre la viscosità e di migliorare quindi il trasferimento del materiale da applicare. Tutti i dispositivi TempSpray sono compatibili con i dispositivi Airless di WAGNER.