Istruzioni per restaurare una ribaltina vintage

Trasformare il vecchio in nuovo - Guardate come in pochi passaggi sia possibile trasformare in un vero gioiello una ribaltina segnata dagli anni. Roba da far battere il cuore a tutti gli amanti del vintage.

  • Panno in microfibra
  • Stucco da legno
  • Carta abrasiva a grana 180 - 220

Istruzioni passo a passo

Passaggio 1 di 6: Preparare la ribaltina

Preparare la ribaltina

Disporre la ribaltina in modo che sia agevolmente accessibile da ogni suo lato. Togliere i cassetti e gli sportelli. Svitare le maniglie e le placche dai cassetti.

Passaggio 2 di 6: Carteggiare la ribaltina

Carteggiare la ribaltina

Rimuovere il vecchio colore. Si consiglia di utilizzare una carta abrasiva a grana 180-220. Se disponibile, è possibile utilizzare una levigatrice elettrica appropriata, ad esempio rotativa (immagine 1), altrimenti una manuale. Durante il lavoro di carteggiatura fare particolare attenzione agli spigoli vicini al pavimento, poiché essendo spesso soggetti a scheggiature richiedono un ripristino. Rimuovere accuratamente la polvere e pulire la ribaltina con un panno in microfibra (immagine 2).

Carteggiare la ribaltina

Rimuovere il vecchio colore. Si consiglia di utilizzare una carta abrasiva a grana 180-220. Se disponibile, è possibile utilizzare una levigatrice elettrica appropriata, ad esempio rotativa (immagine 1), altrimenti una manuale. Durante il lavoro di carteggiatura fare particolare attenzione agli spigoli vicini al pavimento, poiché essendo spesso soggetti a scheggiature richiedono un ripristino. Rimuovere accuratamente la polvere e pulire la ribaltina con un panno in microfibra (immagine 2).

Passaggio 3 di 6: Coprire e mascherare

Coprire e mascherare

Mascherare accuratamente tutte le superfici da non trattare con il primer tramite apposito nastro e pellicola. Collocare la ribaltina su una superficie non sensibile, ad esempio su carta da giornale, cartone o tappeto da imbiancatura.

Passaggio 4 di 6: Spruzzare il primer

Spruzzare il primer

Effettuare un test su un cartone e regolare l’ugello nel modo che conviene: getto orizzontale per lavori dall’alto verso il basso, getto verticale per lavori da destra verso sinistra e getto puntiforme per lavori di precisione. L’erogazione del colore può essere regolata con la rotellina posta sul grilletto, mentre quella dell’aria dalla turbina. Iniziare con gli angoli e i bordi, quindi procedere con le superfici.

Importante: muovere la pistola a una velocità costante a distanza di circa 15 cm dall’oggetto. 

Passaggio 5 di 6: Ripristinare le parti danneggiate

Ripristinare le parti danneggiate

Lasciare asciugare il primer in base alle indicazioni del produttore e ripristinare le parti danneggiate con uno stucco speciale (immagine 1). Particolarmente facili da usare sono i sistemi bicomponenti visto che la loro erogazione è già predisposta tramite un meccanismo di dosaggio. Carteggiare le parti ripristinate con una carta abrasiva appropriata e rimuovere la polvere (immagine 2). Passare il primer sulle parti ripristinate, quindi carteggiarle con una carta a grana 220 e spolverare. La ribaltina è pronta per la laccatura.

Ripristinare le parti danneggiate

Lasciare asciugare il primer in base alle indicazioni del produttore e ripristinare le parti danneggiate con uno stucco speciale (immagine 1). Particolarmente facili da usare sono i sistemi bicomponenti visto che la loro erogazione è già predisposta tramite un meccanismo di dosaggio. Carteggiare le parti ripristinate con una carta abrasiva appropriata e rimuovere la polvere (immagine 2). Passare il primer sulle parti ripristinate, quindi carteggiarle con una carta a grana 220 e spolverare. La ribaltina è pronta per la laccatura.

Passaggio 6 di 6: Laccare la ribaltina

Laccare la ribaltina

Versare il colore nel serbatoio in base alle istruzioni del produttore e, come nel caso del primer, effettuare un test su un cartone. Iniziare con gli angoli e i bordi, quindi procedere con le superfici non a vista. Laccare infine le superfici a vista. Per ottenere un buon risultato, tenere il grilletto continuamente premuto e muovere la pistola a una velocità regolare e a una distanza costante dall’oggetto di circa 15 cm. Fare inoltre attenzione a cambiare direzione di spruzzatura quando il getto non è proiettato sul mobile.

Una volta asciugato il colore (osservare le indicazioni del produttore), rimontare i cassetti, le maniglie e le placche. Decorato alla perfezione, il vostro vecchio tesoro è stato restituito a una nuova lucentezza.

Il risultato: Un vero gioiello

W 590 FLEXiO

W 590 FLEXiO

Il dispositivo a spruzzo flessibile per interni ed esterni

Il cerca prodotti di WAGNER

Il cerca prodotti di WAGNER

Qui potete trovare altri prodotti

Sistemi di verniciatura a spruzzo: Istruzioni e Consigli

Sistemi di verniciatura a spruzzo: Istruzioni e Consigli

Leggete qui come utilizzare al meglio questi sistemi, quali attenzioni richiedono, perché è consigliato il loro uso e quali sono quelli più adatti.